Menu

Angiofagia: nuove prospettive per le future cure delle occlusioni cardiache microvascolari

14 maggio 2014 • senza categoria, curarsi 1959
La capacità dei vasi di assorbire gli emboli riguarda anche il cuore

La ricerca scientifica nel settore della biologia vascolare sta concentrando gli studi sul fenomeno della angiofagia, ossia la capacità dei vasi di inghiottire gli emboli e traslocarli attraverso la parete vascolare. Questo meccanismo è alternativo alla fibrinolisi ed alla cancellazione degli emboli attraverso la pressione emodinamica. La novità consiste nell'aver verificato che il fenomeno non si compie solamente a livello cerebrale ma anche in altri organi, tra i quali il cuore. Questa scoperta può fornire nuovi approcci per combattere le malattie occlusive dei microvasi cerebrali e cardiaci.

 

Fonte: Sciencemag

Condividi:


Post correlati
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e consente l’invio di cookie “terze parti”. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie policy, da cui è possibile negare il consenso all’installazione di qualunque cookie.

A+ A-
Ridimensiona i caratteri del testo
cliccando i bottoni a fianco.
OK